Come Preparare Insalata alla Spagnola

Questa insalata sarà un ottimo piatto nel periodo estivo: perfetta per un pranzo veloce. Si può servire come secondo piatto o come antipasto, è un piatto semplicissimo e povero dove i sapori si sposano in modo giusto. Servite l’insalata molto fredda.

Occorrente
300 gr di Fagioli secchi
100 gr di sedano
1 peperone
1 cipolla
10 gr di olive nere
4 uova sode
1 spicchio d’aglio
Alloro
Salvia
Olio
Sale e pepe

Lavate i fagioli secchi in acqua fredda, mi raccomando state attenti a non lasciare i sassolini sul fondo. Eliminati eventuali fagioli che non sono buoni. Iniziate a mettere i fagioli a bagno in acqua fredda, devono restare a mollo per circa 24 ore. Il giorno dopo cuocete i fagioli direttamente nella pentola dove li avete tenuti per 24 ore.

Aggiungete una foglia di alloro, un paio di foglie di salvia e uno spicchio d’aglio. Mi raccomando l’acqua deve coprire i fagioli. Dopo aver alzato il bollore, fate cuocere per un paio d’ore, io aggiungo un pizzico di bicarbonato si cuociono prima. Mentre i fagioli cuociono, iniziate a lavare il sedano e il peperone e tagliateli a piccoli dadini.

Tritate la cipolla molto sottile, pulite le olive e tagliateli a piccoli pezzi, tagliate le uova sode a spicchi. Dopo la cottura dei fagioli lasciateli raffreddare, scolateli e versateli in un piatto da portata. Conditeli con l’olio, sale e pepe e lasciateli raffreddare. Aggiungete ai fagioli il sedano, il peperone, la cipolla, le olive mescolate il tutto. E per finire aggiungete una manciata di prezzemolo tritato.
Decorate il piatto con le uova a spicchi.

Come Pulire Vetri di Casa

Tante volte in casa a causa di tanti impegni trascuriamo alcune cose come ad esempio pulire i vetri, visto che sono anche un pò lo specchio della nostra casa specialmente per chi vive in città tra smog e polvere si sporcano più in fretta. Adesso ti spiego come pulire i vetri senza lasciare aloni.

Occorrente
Spugna
Acqua
Straccio
Alcool
Aceto
Ammoniaca profumata
Carta di giornale

Oggi sono presenti anche strumenti che permettono di pulire in modo automatico i vetri, relativamente a cui è possibile vedere il sito Robotlavavetri.com, ma in questa guida spieghiamo come eseguire l’operazione velocemente in modo manuale.

Per prima cosa togli la polvere dai vetri con uno strofinaccio, pulisci anche la parte di legno o di metallo della finestra, così sarà più facile pulire senza lasciare residui. Una volta puliti con lo straccio prendi una spugna e comincia a sgrassare il vetro, così sarà pronto per pulirlo con un detergente che ti spiegherò come prepararlo.

Per preparare il detergente dovrai prendere un erogatore vuoto (che non utilizi più), dovrai metterci un quarto di acqua tiepida, mezzo bicchiere di alcool, mezzo bicchiere di aceto, e qualche cucchiaio di ammoniaca profumata. Dopo aver preparato il tutto spruzza il detergente sui vetri e comincia a pulirli con un panno umido.

Dopo avere pulito tutte le parti del vetro e anche la parte di legno o di metallo prendi la carta di giornali accartocciata e passala sul vetro in tutte le direzioni così eviterai di fare aloni sul vetro. Quando avrai finito di pulire i vetri vedrai che risulteranno brillanti e senza aloni e ne vale la pena di pulirli spesso.

Come Preparare le Linguine con le Triglie

In questa guida ti spiegherò come preparare linguine al ragù di triglie. Insieme a questo piatto ricco e gustoso potrete servire semplicemente una fresca e cremosa crescenza, accompagnata da finocchi crudi in insalata. Seguendo lo stesso metodo, potrete preparare un ragù di filetti di pesce persico.

Occorrente
Ingredienti per 4 porzioni e 4 per la congelazione:
500 g di filetti di triglia
2 spicchi d’aglio
0,8 dl di olio extravergine d’oliva
1 pizzico di peperoncino in polvere
2 dl di passata di pomodoro
2 cucchiai di finocchietto tritato
Sale
Per completare 4 porzioni:
320 g di linguine
4 fette di pancarrè
30 g di burro
Sale
Strumenti utili:
Passaverdure con disco a fiori grandi
Recipiente a chiusura ermetica

Passate i filetti di triglia al passaverdura con il disco a fori grossi, oppure tritateli eliminando con cura tutte le lische; pelate d’aglio, tagliatelo a fettine e fatele dorare a fiamma bassa in un tegame con l’olio. Toglietele dal condimento, unite il peperoncino, le triglie e cuocete a fiamma media per 3- 4 minuti.

Aggiungete la passata di pomodoro diluita con 4 cucchiai d’acqua bollente, il finocchietto, un pizzico di sale, coprite e lasciate su fuoco basso ancora per 10 minuti. Eliminate la crosta alle fette di pancarrè, tritate la mollica e fatela tostare in un padellino antiaderente con il burro fuso. Lessate la pasta in abbondante acqua salata a bollore, scolatela al dente e conditela con metà del ragù di pesce.

Distribuitela nei piatti da porzione e cospargete con la mollica di pane tostata.
Congelate l’altra metà del ragù: lasciatelo raffreddare, chiudetelo nel recipiente ermetico, quindi trasferite in freezer. Entro 4 mesi scongelatelo, fatelo rinvenire in tegame e condite altra pasta del formato preferito guarnendo a piacere i piatti con un trito di prezzemolo fresco e un giro di olio extravergine d’oliva.

Come Preparare le Linguine ai Sette Mari

Ti piace il pesce? Nella guida che ti propongo oggi potrai trovare una ricetta che ti permetterà di realizzare un primo piatto a base di pesce: linguine ai sette mari.

Occorrente
500 gr di linguine
100 gr di calamaretti
100 gr di gamberetti
100 gr di vongole sgusciate
Olio
400 gr di pomodori
2 spicchi d’aglio
Prezzemolo
Sale, pepe

Questo è un primo piatto prettamente estivo, da preparare quando si hanno a disposizione vongole, gamberetti e calamaretti freschi appena pescati. Piacerà soprattutto a chi ama i piatti da gusto forte e piccante. Come prima cosa pulisci bene i calamaretti, sguscia i gamberetti e taglia il tutto a pezzetti.

Adesso fai rosolare in un tegame con olio bollente i due spicchi d’aglio e unisci la polpa di pomodori. Quindi sala, pepa e lascia addensare la salsa. A questo punto in un tegame a parte fai scaldare dell’altro olio e mettici i calamaretti lasciandoli cuocere lentamente. Quasi a fine cottura aggiungi anche la salsa di pomodoro.

Continua a rimestare bene il tutto. Intanto lessa le linguine in abbondante acqua salata già in ebollizione, quindi scolala al dente, condiscila con il sugo e cospargila con abbondante prezzemolo tritato. A questo punto porta subito il tuo piatto in tavola, avendo cura, quindi, di servirlo caldo.

Come Preparare la Pasta Sfoglia

La pasta sfoglia è una delle basi più utilizzate in cucina per la sua grande adattabilità ad innumerevoli tipi di ricette. Vediamo come si prepara questa pasta perfetta per la realizzazione di piatti sia dolci che salati. La preparazione non è semplicissima ma con un po’ di pratica e con la massima attenzione a non saltare nessun passaggio anche i principianti potranno riuscire a realizzarla.

Occorrente
140 g Acqua
50 g Burro fuso
175 g Burro freddo
250 g Farina
Un pizzico di sale

Disponi la farina a fontana, aggiungi un pizzico di sale e l’acqua, amalgamando bene il tutto fino ad ottenere un sorta di pastella. Aggiungi ora il burro fuso già raffreddato. Lavora il tutto con le mani fino a raggiungere un impasto omogeneo. Incidi una croce al centro dell’impasto e lascialo riposare in frigo per 30 minuti.

Taglia il burro restante in pezzi grossi, mettilo tra due fogli di pellicola trasparente ed inizia a batterlo con vigore aiutandoti con un mattarello. Alla fine dovrai ottenere un panetto di burro solido e privo di grumi. Stendi su un piano l’impasto riposato, appoggiaci sopra il panetto di burro e richiudi l’impasto sopra al burro come in “tortellino”.

Pressa bene ed inizia ad amalgamare la pasta con il burro, per poi stendere definitivamente il tutto con il mattarello. Chiudi la pasta precedentemente stesa in quattro, portando le due estremità, inferiore e superiore, al centro e ribalta una metà sull’altra. Stendi di nuovo la pasta, stavolta piegala in tre parti, togli con un pennello la farina in eccesso. Questo passaggio andrà ripetuto diverse volte (almeno due, meglio se di più), intervallando l’operazione con il riposo della pasta in frigo per 30 minuti ciascuna volta.

Dopo la seconda “sosta” in frigo, stendi la pasta, piegala in tre parti, abbassala con il mattarello e stendila di nuovo allo spessore desiderato: tutti questi passaggi aiuteranno la tua pasta sfoglia ad “ossigenarsi”. A questo punto la tua pasta sfoglia è pronta per essere messa su un foglio di carta oleata ed utilizzata per le tue creazioni.