Come Preparare Budino di Riso

Vogliamo cucinare qualcosa di buono e veloce per i nostri ospiti? Niente di più semplice che preparare un budino di riso con marmellata. La guida spiega, passo per passo, tutti i passaggi per preparare un ottimo dolce, impiegando pochissimo tempo.

Occorrente
7 dl latte
100 gr riso
50 gr zucchero
20 gr burro
1 uovo intero
Scorza di limone grattugiata
Sale
1 presa

Prendete tutti gli ingredienti e sistemateli sul tavolo. Cuocete il riso in sei decilitri di latte e, a metà cottura, versate nel medesimo gli ingredienti, escluso lo zucchero. Rimuovere spesso con il mestolo, perché il riso tende ad attaccare. Quando si sarà ristretto, levare dal fuoco e aggiungere il latte rimanente.

Prendere uno stampo con il buco, facendo attenzione che il composto risulti alto almeno 2 cm. Versare lo zucchero e mettere a fuoco moderato, finché lo zucchero risulti sciolto e di colore marrone chiaro. Versare il riso nello stampo e cuocere a bagnomaria. Attendere che si raffreddi per sformarlo, poi riempire il centro con una composta di mele o prugne secche o altra composta.

Composta di mele. Predisporre circa 200 gr di mele preferibilmente di pasta rosa, che sono dure e odorose. Sbucciare, tagliare a spicchi e gettarle via via nell’acqua fresca, per mantenerle bianche. Mettere queste mele in una casseruola, coperte appena di acqua. Quando inizieranno a bollire, aggiungere 70 gr di zucchero ed un cucciaio di Kirsch. Una volta cotte, togliere le mele e fare restringere lo sciroppo. Aggiungere alla composta fredda così ottenuta un ultimo cucchiaio di Kirsch. Servire al centro del budino.

Composta di prugna. Predisporre circa 120 gr di prugne e 60 gr di zucchero. Prima di farle bollire, farle rinvenire per 5 o 6 ore, poi procedere come con le mele. Servire al centro del budino, riempiendolo con la composta appena preparata. Rimarrete sorpresi del risultato appena ottenuto.

Come Preparare un Buffet

A volte la preparazione di un buffet semplice può risultare un tocco di eleganza senza l’ausilio di orpelli e fronzoli che non sempre sono necessari. La preparazione del buffet deve essere strettamente legata anche all’ambiente ed allo stile del luogo in cui sarà collocato.

Occorrente
Tavoli della stessa misura
Tovaglie bianche quadrate
Tovagliee bianche tonde
Mollettoni copritavolo
Piatti
Posate
Statue di bronzo o marmo
Coppia di candelabri uguali

Non è estremamente difficile preparare un buffet di questo tipo, quello che bisogna avere è senso pratico e delicatezza. Il gusto subentra più nelle creazioni più complesse. Per prima cosa devi allineare i tavoli uno affianco all’altro, in modo da ottenere un tavolo lungo. In genere si fa davanti ad un muro, lasciando lo spazio dietro per poter passare. Cerca di ottenere una linea dritta.

Ora devi stendere i mollettoni, che serviranno per non far scivolare le tovaglie dal tavolo. Ricoperta tutta la superficie del tavolone inizia a stendere le tovaglie quadrate in modo da farla scendere giusto a filo di pavimento, tutte alla stessa altezza, cercando di non avere sbavature. Quello che avanza ai lati basta piegarlo e portarlo indietro e fissandolo con una puntina o del nastro adesivo trasparente.

La tovaglia centrale è importante. Piazzala giusto al centro, magari facendola scendere sul pavimento di un pò. Successivamente, al centro esatto, a circa mezzo metro dal bordo, con un pizzico prendila e portala al bordo del tavolo e fissala con una puntina o uno spillo, in modo da ottenere l’arricciamento con quell’effetto di drappeggio centrale. Completa il tuo buffet mettendo piatti ai lati in pile basse, cercando sempre la massima simmetria. Le posate vanno separate e messe in piatti coperti da tovaglioli di stoffa. Agli estremi del buffet mettici i candelabri con lunghe candele bianche e magari, al centro esatto, in concomitanza col centro del drappeggio, metti qualche fiore che intoni bene coi colori del tuo buffet.

Come Preparare Aperitivo alla Frutta

Hai invitato i tuoi amici a cena e vorresti preparare loro un buon aperitivo diverso dai soliti analcolici che vendono già pronti? Con fantasia e seguendo questa guida preparerai un ottimo aperitivo analcolico alla frutta, che piacerà sicuramente a tutti!

Occorrente
3 crodino
2 succhi di frutta all’arancia rossa
Ghiaccio
1 arancia
1 caraffa
4 bicchieri da aperitivo
1 coltello a punta doppia per prendere le fettine di arancia
Zucchero

Inizia a preparare la caraffa, mettendola 15 minuti in freezer vuota. Quando è fredda prendila e versaci dentro i crodini e i succhi di frutta. Poi, mescola bene con un cucchiaio da cocktail, in modo da mischiare per benino tutti gli ingredienti. Metti la caraffa in frigo e lasciala dentro per due orette.

Dopo due orette tira fuori la caraffa dal frigo. Taglia l’arancia a spicchi.
Prendi uno spicchio e passalo sui bordi di ogni bicchiere. Prendi dello zucchero, mettilo in un piattino da caffè e capovolgici sopra uno alla volta tutti i bicchieri, in questo modo farai il bordo zuccherato ai bicchieri.

Metti in ogni bicchiere una fettina di arancia, quattro cubettini di ghiaccio e versa l’aperitivo dentro. Poi, aggiungi una cannuccia in ogni bicchiere se vuoi, e servi ai tuoi ospiti accompagnando all’aperitivo delle patatine di quelle confezionate, oppure delle tartine alle olive o al tonno, o ancora meglio da una ciotola da mettere in mezzo al tavolo piena di frutta tagliata a pezzetti e spruzzata di limone per non farla annerire.

Come Conservare e Come Servire i Formaggi

Tutti noi abbiamo in casa del formaggio che sia caciotta, che sia gorgonzola o qualsiasi altro e non sempre viene consumato subito. In questa guida voglio darti qualche consiglio sia su come conservare alcuni formaggi che servirli in modo appetitoso.

La caciotta se è molto fresca tienila in frigo in una pellicola da cucina, si conserva per 7- 8 giorni, se invece è stagionata e intera la puoi tenere a temperatura ambiente in un luogo fresco per 15 massimo 20 giorni.
La puoi portare in tavola con pane casereccio, se è stagionata è ottima con il miele, se è fresca con olio d’oliva, sale e pepe nero.

Il gorgonzola si conserva in frigo per una settimana. Per evitare che l’odore si trasmetta agli altri cibi, mettilo, ben sigillato in un contenitore di plastica con coperchio ermetico. Questo formaggio lo puoi servire con pane bianco, gherigli di noci, miele oppure con gelatina di ribes. Una cosa fantastica veramente.

La crescenza va conservata in frigorifero per due o tre giorni chiusa nella sua confezione oppure ben sigillata con la pellicola da cucina. Puoi servirla intera appoggiata su un letto di insalata. Accompagnala con panini soffici e con fettine di pane francese. Se è a fine pranzo la puoi servire con le ciliege o albicocche.

La mozzarella la conservi in frigo per tre o quattro giorni nella sua confezione intatta. Se è sfusa mettila in una ciotola insieme al liquido in cui l’hai comprata, ben coperta con la pellicola da cucina. Servila su foglie di insalata intera o a fette. Accompagnala con olio, sale, pepe, basilico. Oppure servila con verdure (pomodori), capperi e olive. Il pane ideale è bianco e soffice.

Per quanto riguarda il formaggio grattugiato, è meglio effettuare l’operazione sul momento. Per velocizzare è possibile utilizzare una grattugia elettrica da portare in tavola. Su questo sito sulla grattugia elettrica è possibile trovare informazioni sui vari modelli disponibili.

Come Preparare Spaghetti di Soia al Vapore

Gli ingredienti indicati vanno bene per quattro persone circa. Gli spaghetti di soia, sono molto leggeri e digeribili. Si accompagnano bene con verdure, ma anche con pollo e verdure varie.

Occorrente
1 peperone rosso
2 cipolle piccole
200 gr di spaghetti di soia o riso
4 carote
1 peperone giallo
200 gr di piselli
Olio
2 zucchine
Sale
Pepe
Salsa di soia

Per iniziare, tagliare le carote a dadini e poi procedere, separatamente, tagliando anche le zucchine ed i peperoni, secondo le quantità indicate negli ingredienti.
Tritare ora le cipolle e farle dorare nell’olio, utilizzando una pentola abbastanza grande, se possibile.
Aggiungere quindi la carota tagliata precedentemente a dadini e far cuocere per circa 10 minuti, mescolando spesso e con costanza. Aggiungere anche le zucchine.

Mescolate e far cuocere ancora per cinque minuti circa.
A questo punto, unire i peperoni ed i piselli, mescolare e far cuocere per altri cinque minuti circa. Condire mettendo un poco di sale (ma non troppo).
Successivamente, preparare gli spaghetti di soia o di riso, seguendo il quantitativo indicato sempre nella lista degli ingredienti.

Per ammorbidirli, di solito basta lasciarli in acqua bollente per pochi minuti oppure si potranno cuocere al vapore, mediante anche l’uso di una vaporiera. Se non si dispone dello strumento è possibile vedere questo sito sulla vaporiera. A cottura ultimata, scolarli e aggiungere ad essi le verdure.
Dunque, condire con una abbondante spruzzata di salsa di soia.
Mescolate ancora delicatamente e con cura e lasciar insaporire per un paio di minuti circa. Dunque, portare a tavola e servire.