Come Preparare Spaghetti di Soia al Vapore

Gli ingredienti indicati vanno bene per quattro persone circa. Gli spaghetti di soia, sono molto leggeri e digeribili. Si accompagnano bene con verdure, ma anche con pollo e verdure varie.

Occorrente
1 peperone rosso
2 cipolle piccole
200 gr di spaghetti di soia o riso
4 carote
1 peperone giallo
200 gr di piselli
Olio
2 zucchine
Sale
Pepe
Salsa di soia

Per iniziare, tagliare le carote a dadini e poi procedere, separatamente, tagliando anche le zucchine ed i peperoni, secondo le quantità indicate negli ingredienti.
Tritare ora le cipolle e farle dorare nell’olio, utilizzando una pentola abbastanza grande, se possibile.
Aggiungere quindi la carota tagliata precedentemente a dadini e far cuocere per circa 10 minuti, mescolando spesso e con costanza. Aggiungere anche le zucchine.

Mescolate e far cuocere ancora per cinque minuti circa.
A questo punto, unire i peperoni ed i piselli, mescolare e far cuocere per altri cinque minuti circa. Condire mettendo un poco di sale (ma non troppo).
Successivamente, preparare gli spaghetti di soia o di riso, seguendo il quantitativo indicato sempre nella lista degli ingredienti.

Per ammorbidirli, di solito basta lasciarli in acqua bollente per pochi minuti oppure si potranno cuocere al vapore, mediante anche l’uso di una vaporiera. Se non si dispone dello strumento è possibile vedere questo sito sulla vaporiera. A cottura ultimata, scolarli e aggiungere ad essi le verdure.
Dunque, condire con una abbondante spruzzata di salsa di soia.
Mescolate ancora delicatamente e con cura e lasciar insaporire per un paio di minuti circa. Dunque, portare a tavola e servire.

Come Preparare una Maschera per il Viso

Esistono in commercio moltissimi prodotti, con le più svariate proprietà, noi vi proponiamo delle maschere per il viso con ingredienti naturali.

La pelle grassa è un problema di molte adolescenti e non solo. La pelle si presenta lucida, con punti neri, pori dilatati e si formano degli arrossamenti molto facilmente. Gli ingredienti che ci occorrono sono: del miele e un albume. Prendere un cucchiaio di miele e un albume di uovo e mescolare bene il tutto in una terrina, per far diventare il composto omogeneo. Applicare il tutto sul viso e collo e lasciare agire per 10 minuti, poi sciacquare con acqua tiepida.

La pelle secca è un vero problema soprattutto per il periodo estivo, infatti al sole si rischia di accentuare il problema. L’ideale sarebbe applicare delle creme idratanti e poi applicare una maschera. Gli ingredienti che ci occorrono sono della panna da cucina e del miele. Prendere 2 cucchiai di panna e mescolare ad un cucchiaio di miele, il tutto in una ciotola di plastica, applicare sul viso per 15 minuti e poi sciacquare con cotone imbevuto in acqua tiepida.

La pelle mista è molto difficile da trattare, in quanto è un tipo di epidermide molto esigente. Solitamente la fronte e il mento sono lucidi, mentre il naso e sotto la gola sono secchi, a volte screpolati. Per preparare una maschera efficace basta gattugiare un cetriolo e mescolarlo ad un vasetto di yogurt bianco. Sempre utilizzando utensili di plastica, applicare il composto sul viso per 30 minuti e poi lavare abbondantemente.

Infine anche le pelli normali, cioè con un ph normale hanno bisogno di essere curate. In vista dell’estate è bene sottoporre la pelle a un trattamento nutriente. L’ingrediente per eccellenza è la carota che andrebbe consumata anche durante i pasti per un’abbronzatura intensa. Per ottenere una maschera naturale bisogna grattugiare molto finalmente una carota, mescolarla ad un tuorlo e poi unire un cucchiaio di ricotta. Applicare e tenere in posa per 20 minuti. Sciacquare abbondantemente.

Come Pulire Interno del Pc

Il tuo Personal Computer comincia ad essere lento? Le ventoline del PC sono cosparse di polvere? Sei stufo di respirare la sporcizia che esce dal computer? Con dei semplici oggetti reperibili in casa e seguendo questa semplice guida potrai pulirlo e farlo ritornare come quando è uscito dal negozio.

Stacca il pc dalla corrente elettrica e togli tutti i suoi accessori quali: Tastiere, Mouse, Stampanti, Periferiche di gioco, cavi usb e tutto quello che è collegato al tuo pc. Per eseguire i successivi passaggi consiglio vivamente di metterti in un locale arieggiato o addirittura all’aria aperta in modo da non provocare reazioni allergiche alla polvere o starnuti indesiderati. Attacca l’aspirapolvere alla corrente elettrica e carica il compressore ad aria compressa.

Guardando la parte posteriore destra del pc puoi notare due viti (di solito sono a croce con un taglio al centro in modo tale che tu possa usare entrambi i tipi di giravite), con il giravite togli queste due viti facendo molta attenzione a non farti scivolare quest’ultimo altrimenti potresti farti del male. Dopo che hai tolto le due viti metti il palmo della mano sulla parete del case del pc e spingi con forza verso il retro di questo, facendola scattare. Dopo vedrai che la parete uscirà dal suo alloggiamento senza problemi.

Ora prendi l’aspirapolvere e comincia ad aspirare tutta la polvere che vedi senza toccare la scheda madre altrimenti rischi di non far più partire il pc. Dopo aver aspirato tutta la polvere che vedi prendi il pennellino e passalo con molta delicatezza sulla scheda madre e su tutte le parti del case dove non arrivi con l’aspirapolvere. Una volta passato il pennellino dai un ultima passata con l’aspirapolvere per togliere la polvere uscita fuori. Ora mettiti una mascherina antipolvere, prendi il compressore d’aria e con una distanza di circa 40cm soffia all’interno del case stando attento a non restare più di 2 secondi sui circuiti delle schede presenti all’interno altrimenti rischi di buttare il pc. In alternativa è possibile utilizzare un aspirabriciole, meno potente e più leggero. Per informazioni su questi strumenti è possibile vedere questo sito sugli aspirabriciole.

Ora che il tuo pc è pulito e profumato è ora di richiuderlo. Prendi la parete del case e appoggiala a questo nello stesso punto in cui l’hai tolta e facendola scorrere si aggancia da sola. Ora prendi le 2 viti tolte all’inizio e facendo molta attenzione a non fare andare le viti fuori dalla guida (pena: vibrazioni indesiderate). Bene, ora hai il tuo pc pulito, senza polvere, e soprattutto più veloce.

Come Realizzare un Vaso di Legno Spugnato

Hai voglia di qualcosa di nuovo e che allo stesso tempo sia stata creata da te? Non c’è nulla di meglio che decorare un vaso di legno grezzo. Risulta essere un lavoro semplice, piacevole e rilassante, un modo per trascorrere bene il tuo tempo libero e nello stesso tempo abbellire la tua casa con le tue mani. Ecco cosa devi fare.

Prendi un vaso di legno grezzo. Se ne trovano a prezzo bassissimo nei negozi di casalinghi o in cartoleria. Naturalmente questa guida ti permette di decorare qualsiasi oggetto ma prendiamo il vaso come esempio. Comincia stendendo su tutta la superficie un fondo color verde muschio. Bada che il colore deve essere uniforme e deve coprire l’intera superficie, esclusa la base del vaso che dipingerai quando il resto sarà completamente asciutto. La vernice acrilica si asciuga quasi subito.

Prima di procedere con la spugnatura bisogna appurare che l’impronta lasciata dalla spugna sia quella che desideriamo. Per essere sicuri di questo, dobbiamo provare la spugna su un foglio di carta. Applica ora sul vaso uno strato di colore verde azzurro molto deciso e denso. Non bisogna soffermarsi troppo sullo stesso punto altrimenti il risultato non sarà quello desiderato e la spugnatura non risulterà uniforme.

Adesso si passa a dipingere i bordi con il verde muschio cercando di non macchiare i bordi. Risulta essere il momento di dipingere la base con un bel colore intenso che va scelto tra quello del fondo o quello della spugnatura. Per eseguire questa operazione dobbiamo usare un pennello piatto che sia anche molto piccolo per evitare sbavature. Lascia asciugare e dopo potrai esporre il tuo vaso possibilmente su un mobile di colore chiaro.

Come Realizzare un Vassoio Floreale

Per tutti gli amanti del genere decoupage un vecchio vassoio in legno è perfetto per l’utilizzo della tecnica della screpolatura con il metodo a due componenti, ideale per conferire al lavoro un aspetto omogeneo e naturalmente invecchiato. Potrete così offrire il vostro tè con estrema eleganza o anche utilizzare il vassoio come suppellettile.

Occorrente
Vassoio
Colore acrilico avorio
Colori acrilici nelle tonalità fra il verde
L’arancio e il giallo oltre al terra d’ombra naturale
Medium ritardante
Carta con le rose
colla da decoupage
Pennelli piatti
Pennellini da ritocco
Ritaglio di gommapiuma
Vernice flatting sintetica opaca
Gomma arabica già pronta o da preparare
Colore a olio terra d’ombra naturale e medio essiccante
Vernice all’acqua
Cera neutra

Dipingete il vassoio in modo uniforme con il colore avorio. Ritagliate il soggetto di carta che incollerete nella posizione centrale e ricoprite tutto il vassoio con uno strato di colla vinilica. Lasciate asciugare bene. Solo a questo punto, prima di stendere le vernici screpolanti, se lo desiderate potete intervenire con ritocchi pittorici. Nel nostro caso sono state create delle sapienti sfumature chiaro scure con l’aiuto di colori acrilici, medium ritardante, pennellini e spugnetta di gommapiuma.

Ad asciugatura avvenuta, stendere una mano di vernice flatting sintetica opaca su tutta la superficie dell’oggetto. Lasciate il vostro lavoro in luogo asciutto e privo di polvere iniziando a controllare dopo circa due ore lo stato della superficie che dovrà essere asciutta al tatto ma leggermente appiccicosa alla pressione. A quel punto stendete una mano di gomma arabica in modo uniforme, tirandola con il pennello fino a quando non avrete ricoperto completamente l’oggetto.

Lasciate asciugare all’ombra evitando fonti di calore. In caso di eccessiva umidità, che potrebbe pregiudicare la formazione delle crepe, ponete l’oggetto sotto un ventilatore d’aria. Dopo 48 ore iniziate la fase di annegamento con vernice all’acqua, ultimata la quale si passerà alla finitura dell’oggetto con vernice sintetica ed eventualmente cera.