Come Pavimentare con Mattoni Autobloccanti

Disponibili in varie forme da accostare per comporre disegni con fantasia e creatività senza bisogno di rivolgersi a un artigiano specializzato, i mattoni autobloccanti sono un tipo di pavimentazione robusto e duraturo, nonché facilissimo da posare. Si possono rivestire anche prati e superfici curvilinee. I blocchetti si posano direttamente sulla sabbia, senza bisogno di leganti, in modo semplice.

Occorrente
Materiali:
Mattoni autobloccanti
Calcestruzzo (se necessario)
Sabbia
Strumenti:
Staggia e livella
Mazzuolo
Scopa

Dopo avere preparato un sottofondo in ghiaia, come per la comune posa di elementi non murati, spianate accuratamente l’ultimo livello di sabbia. A questo punto dovete realizzare il cordolo di contenimento (volendo, lo potete fare con mattoni prefabbricati di forma speciale oppure con il calcestruzzo).

Tutto intorno all’area da pavimentare, alto almeno una decina di centimetri rispetto al suolo stesso.
Partendo dal cordolo, posate gli elementi facendo bene attenzione che combacino perfettamente. Potete facilitare la collocazione picchiettando i mattoni con il manico del mazzuolo. Segui il procedimento.

Una volta terminata la posa, ricoprite tutta l’area di sabbia fine e spazzatela lentamente perché la sabbia, penetrando nelle fessure, contribuisca a migliorare il bloccaggio. Infine posate delle assi sul piano pavimentato e battete con un mazzuolo per migliorare il livellamento. Se un mattone “zoppica” toglietelo e ricollocatelo.