Come Visitare Ascoli Piceno

Ascoli Piceno, capoluogo di provincia è una delle città più importanti delle Marche. Essa posta a circa 200 metri sul livello del mare, è costituita da numerose piazze e soprattutto da tantissime chiese. In questa guida ti darò tutte le indicazione su come visitarla.

Per iniziare, ti consiglio di visitare subito la Cattedrale. Essa, dedicata a Sant’Emidio, patrono della città, è costituita da una imponente facciata in travertino, materiale di cui sono fatte gran parte delle architetture della città. All’interno potrai ammirare il polittico di Crivelli, l’altare del Sacramento e molte altre cose.

Visita poi, anche la cripta della cattedrale, nella quale potrai vedere il gruppo marmoreo di Sant’Emidio, i resti del santo e straordinari affreschi nelle volte a vela. Uscendo dalla Cattedrale, recati a visitare il battistero in stile romanico e realizzato sempre in travertino. All’interno vedrai il fonte battesimale del XIV secolo e numerose nicchie.

Infine, meritano di essere viste anche la Chiesa di San Vittore con un affresco raffigurante la deposizione, il Palazzo dell’Arengo, sede della Pinacoteca della città, la torre degli Ercolani, costruita nel XIII secolo, e Palazzo Bonaparte, uno dei più grandi esempi di architettura rinascimentale. Fai un giro, poi, delle numerose piazze e passeggia per i piccoli borghi di Ascoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *