Come Creare delle Farfalline con la Carta Gelso

Per creare delle colorate e leggere farfalline decorative, fatte con carta di gelso colorata e strass decorativi, vi consiglio di leggere e mettere in pratica, le creative e fantasiose indicazioni procedurali qui elencate. Si tratta di un metodo rapido e divertente, col quale realizzare tante piccole farfalline di carta di gelso decorative.

Occorrente
Carta gelso vari colori
Matita
Carta copiativa
Forbici
Strass adesivi
Forbici decorative
Nastro di raso
Colla universale
Filo armato di ciniglia

Per iniziare occorre prendere dei fogli di carta gelso, di vari colori, e ricavare le sagome del corpo e delle ali di piccole farfalline, ricopiandole da sagome prestampate, usando a tale scopo la carta copiativa e una matita ben appuntita. Dopo aver trasferito le sagome di varie farfalline, su fogli di carta gelso colorata, devi ritagliare con le forbici, le ali e i corpi della farfalline tracciate. Quindi prosegui il lavoro, decorando e sagomando i bordi delle piccole ali, delle farfalline, con le forbici decorative.

Nel frattempo, dopo aver decorato e personalizzato le ali delle farfalline create, rifiniscile piegandole con cura e precisione, in modo tale da formare piccole ali a fisarmonica, che poi dovrai piegare e incollare al centro, così da formare una sorta di piccola fisarmonica chiusa al centro, e poi incollarvi sopra, il corpo centrale di ogni farfallina, ritagliato in precedenza, con un po’ di colla. Dopo rifinisci con cura le tue piccole farfalline di carta gelso, applicando in modo sparso, sul corpo e lungo le estremità delle ali di carta, dei piccoli strass adesivi colorati.

Per completare, applica su ogni farfallina, due piccoli pezzi di filo armato di ciniglia, con le estremità superiori arrotolate, per fare così le due antennine. Per finire, una volta aver rifinito le tue farfalline decorative di carta, per poterle usare come originale e colorato ornamento, da applicare vicino una finestra o una porta, devi semplicemente incollare, con una punta di colla universale, le piccole farfalline, in modo equidistante, lungo un nastrino di raso colorato, alla cui estremità superiore, avrai creato una piccola asolina, per poter così appendere ad un gancio o maniglia, la tua striscia con farfalline di carta decorative.

Come Evitare di Rovinare Capelli con la Piastra

Siete delle patite della piastra e amate i capelli lisci e senza nemmeno una piega, ma a lungo andare i capelli si sfibrano, perdono consistenza e si spezzano. Se amate i capelli lunghi questo particolare potrebbe essere un problema.

Il primo consiglio che vi posso dare è di evitare la piastra troppe volte alla settimana o, addirittura, troppe volte al giorno. Se potete evitate per una settimana intera di utilizzarla e vedrete già un miglioramento. Risulta poi essere importante utilizzare solo dispositivi di qualità. Per scegliere quello giusto è possibile vedere questo sito sulla piastra per capelli.

Al posto della piastra potete usare spazzola e phon, evitando però un contatto troppo ravvicinato tra capelli e asciugacapelli, in quanto il calore di questo può danneggiarli e bruciarli più della piastra.

Lavate sempre i capelli con dello shampoo ricostituente e applicate del balsamo rigenerante in modo che la secchezza dovuta alla piastra vada mano a mano a migliorare. Anche se i capelli vengono comunque danneggiati.

In commercio esistono numerosi shampoo per la prevenzione dagli effetti collaterali da piastra. Ricercate le marche migliori per voi o rivolgetevi al vostro parrucchiere o commerciante di fiducia. Gli shampoo appositi aiutano i capelli a non sfibrarsi e ad effettuare una copertura contro il calore della piastra.

Una maschera per capelli fatta una volta a settimana o ogni due settimane aiuta i capelli a non diventare secchi e sfibrati dando vitalità alla fibra capillare facendola diventare lucente e morbida. Non utilizzando la maschera il capello potrebbe non risultare mai veramente ricostituito.

Usando troppo frequentemente la piastra incorrete nel rischio di avere sempre doppie punte e di non permettere al vostro capello di crescere in maniera sana. Infatti le doppie punte e capelli non sani non aiutano la ricrescita rallentandola.

Andate dal vostro parrucchiere almeno una volta al mese e fatevi eliminare le doppie punte, trascurarle può portare a tagli drastici in futuro per cercare di recuperare la vostra chioma. Eliminare le doppie punte è importante.

Se non volete recarvi troppo spesso dal vostro parrucchiere potete eliminare da sole le doppie punte comprando un paio di forbici adatte allo scopo, alla fine non si tratta di un taglio ma di un aggiustamento.

Non lavate troppo spesso i capelli. Questi sono già indeboliti dall”uso frequente della piastra, degli shampoo frequenti li ridurranno all’osso facendone aumentare la caduta, sfibrandoli troppo e favorendo lo spezzamento.

Quando potete evitate la piastra. I capelli sono una parte importante per la bellezza della persona, ne riflettono la cura del corpo e il benessere generale. Non trascurateli e curateli come si deve.

Come Creare delle Decorazioni a Forma di Palma

Volete organizzare una festa a tema per il vostro/a bambino/a? Una splendida e semplice idea potrebbe essere quella di creare un’atmosfera caraibica, rendendo il vostro soggiorno simile ad un isola deserta e nascondendo tra i mobili un “tesoro” che i bambini, ovvero i piccoli pirati, dovranno trovare. E come creare quest’atmosfera? E’ molto facile, con l’ausilio di tanta fantasia da parte dei fanciulli e la realizzazione di qualche “palma” e “forzieri” da parte della mamma.

Sscegliete una stanza della vostra casa in cui lo spazio si consono alla realizzazione di una vera e propria isola del tesoro e in cui i bambini possano muovervisi liberamente, esenti da ogni pericolo. A questo punto potete cominciare con la realizzazione di una bella palma con tanto di noci di cocco, usando dei bicchieri di carta. Ne serviranno almeno una decina, poi sta a voi stabilire l’altezza della vostra palma. I bicchieri dovrebbero essere marroni o gialli, se non siete riusciti a trovarne in commercio di questi colori, vi consiglio di acquistarne di bianchi e dipingerli poi voi del colore giusto.

Fate una piccola incisione con il taglierino a due cm dal fondo di ogni bicchiere e un buco sul fondo, nel centro. A questo punto prendete la graffettatrice, infilatela nel buco che avete creato e graffettate un bicchiere sopra l’altro con il bordo verso il basso. Ora unite a vostro piacimento dei tubi di cartone (per esempio quelli su cui è avvolta la carta da forno) con del nastro adesivo. Dovete così realizzare un unico tubo della lunghezza di almeno 75 cm e infilatene la base in un vaso.

Infilate nel tubo il tronco che avevate creato con i bicchieri, con il fondo dei bicchieri verso l’alto. Ora confezionate le fronde con della carta crespa verde: piegate a metà un pezzo di carta di 35 per 60 cm in modo da avere un doppio strato di 35 per 30 cm. Tagliate la forma della foglia, lunga e appuntita, e sfrangiatela per tutta la lunghezza. Aprite il foglio e incollate lungo la piega centrale, con il nastro adesivo, una striscia di fil di ferro plastificato robusto, di quello usato per il giardinaggio, lasciando che sporga per venti centimetri dalla parte della base della foglia, che piegherete verso il basso e infilerete nella parte superiore del tronco, fissandolo bene all’interno del tubo con del nastro adesivo. Fate altre sei fronde o più nello stesso modo.

Per realizzare le noci di cocco utilizziamo della carta crespa marrone arrotolata a formare una sorta di fagottini. Tagliare un quadrato di carta crespa di 24×24 cm e sfrangiatelo con delle forbici tutt’attorno. Fate un fagottino mettendo all’interno del cotone idrofilo, legate con filo marrone e fissate queste noci esattamente nel punto in cui le fronde si attaccano al tronco. L’ideale sarebbe realizzare almeno tre noci di cocco per palma.

Per rendere il tutto ancora più realistico si potrebbe anche realizzare un sole; disegnatelo su un foglio co tanto di faccina sorridente, coloratelo e attaccatelo al muro sopra la palma. Se volete potete fare lo stesso disegnando su un foglio un pappagallo e attaccatelo alla maniglia della porta come se vi si fosse appollaiato sopra. Se non siete abili a disegnare e siete dotati di stampante e accesso a internet potete semplicemente stamparli.

L’ultimo tocco per rendere la vostra festa a tema veramente perfetta è la creazione del tanto ambito forziere del tesoro. Per costruirlo utilizziamo una scatola da scarpe. Dipingete l’esterno della scatola di marrone e, quando è asciutta, fissate il coperto alla scatola con del nastro adesivo nero sul lato lungo. Foderate l’interno incollando della stoffa (o del velluto). Ritagliate una chiusura di carta e fissatela sul coperchio. Riempite gli scrigni con caramelle e monete di cioccolato.

Come Creare delle Decorazioni a Forma di Fiore

Le decorazioni a forma di fiore sono sempre le più gradite, visto che danno un tocco di eleganza in più ad ogni angolo della casa in cui essi vengono esposti. Nei vari negozi ne vendono di molteplici tipi e materiali, ma con questa guida potrai crearli con le tue stesse mani usando le tecniche base.

Occorrente
Molle cilindriche a eliche chiuse
Filo di ferro cotto zincato da 0,60 mm lungo 15 cm
Filo moulinè
Guttaperca
Filo di ferro da 0,30 o 0,35 mm
30 cm circa di filo di seta
Colla

Per prima cosa, per dare forma ai petali, prendi una molla cilindrica a elica chiusa e tirala con le dita allargandone, in modo regolare, le spirali. Ora allungala da un’ estremità e taglia un pezzo di filo di ferro cotto zincato da 0,60 mm lungo circa quindici centimetri e fallo passare attraverso le spirali della molla, in modo che fuoriesca da questa per alcuni centimetri da ogni parte.

Prepara in questa maniera altre quattro parti di molla di uguale lunghezza. A questo punto, con ogni parte forma un’ asola, avvitando il filo di ferro grosso alle due stremità della molla. Ora prendi il filo moulinè e avvolgilo attorno al petalo, partendo dalla base. Quindi passa il filo in ogni spirale senza tralasciare neanche un giro, e tiralo bene affinchè risulti ben teso.

Adesso quando arrivi alla sommità, porta il filo al centro del petalo e fallo tornare alla base in modo da utilizzarlo come tirante centrale. Per fissarlo, avvolgi il filo attorno al gambo e rivesti questo con la guttaperca. Ora incurva leggermente il petalo all’ indietro per rendere più solido il lavoro e tendi il filo che così non uscirà dalla spirale.

A questo punto, dovrai preparare il pistillo a seconda del tipo di fiore che desideri realizzare, poichè potrai formarlo con un piccolo petalo fatto con le molle, oppure da un fiorellino di perline o da un mazzetto di pistilli finti. Una volta scelto, dovrai passare ad assemblare il fiore partendo dal pistillo che legherai con del filo di ferro da 0,30 o 0,35 millimetri prima a un petalo e poi agli altri, uno alla volta.

Poi passa a rivestire entrambi i gambi con la guttaperca, unendoli. A questo punto, taglia trenta centimetri circa di filo di seta, srotolalo e sfila a uno a uno i fili che lo compongono. Quindi avvolgi il filo attorno al gambo del fiore partendo dalla base dei petali e lasciando liberi alcuni centimetri di filo che coprirai proseguendo nel lavoro. Infine ferma il tutto con una goccia di colla

Come Creare delle Candele Riciclando la Cera

A volte capita di avere delle vecchie candele ormai inutilizzate o delle candele consumate di cui non restano che mozziconi. D’ora in poi, con questa semplice guida, questi pezzi di cera e queste candele non saranno più inutili ma potrete riutilizzarli in modo creativo.

Per prima cosa taglia tre pezzi di cotone di circa 10cm e crea una treccia che ti servirà poi come stoppino. Metti dell’acqua in un pentolino e su questo posiziona il piatto in cui andrai a sciogliere la cera a bagnomaria. Spezza le tue candele da riutilizzare e lasciale sciogliere nel piatto, eliminando i residui dei vecchi stoppini.

Se vuoi colorare la cera prendi dei pezzi di pastelli a cera e scioglili nella cera fusa: in tal modo la cera assumerà la colorazione desiderata. Potresti anche mescolare diversi colori per ottenere diverse gradazioni. A questo punto, la cera è pronta per assumere la forma desiderata: prendete gli stampini scelti.

Gli stampini possono essere di plastica (formine da spiaggia, contenitori vari, vasetti dello yogurt, ecc.), di vetro, ecc. Se scegliete le formine da spiaggia con l’aiuto di un ferro praticate un buco al centro della formina da cui farete fuoriuscire la parte alta dello stoppino. La stessa cosa vale per tutte le forme che nel momento del distacco della cera vanno ribaltate. Altrimenti lo stoppino può fuoriuscire anche dal lato opposto.

Passa lo stoppino nella cera fusa in modo da incerarlo dopo di che posizionale al centro della tua forma (verso l’alto o verso il basso a seconda della forma utilizzata). Versa quindi la cera fusa nello stampo e lascia raffreddare in modo naturale, evitando di cercare di accelerare i tempi mettendo l’opera in frigorifero: così facendo il volume della cera diminuisce in modo innaturale. Una volta che la cera si è solidificata stacca la candela dallo stampo delicatamente e lucidala con un panno morbido.