Come Estrarre Immagini da Video

Prima di tutto bisogna solamente salvare come immagine quella scena. Se ti trovi nella mia stessa situazione, è inutile che provi a premere il tasto Stamp sulla tastiera poiché non funziona. Per salvare una immagine da un video, devi piuttosto utilizzare VLC.

Se sei un assiduo lettore del mio blog, saprai già che VLC è gratuito e che puoi scaricarlo da questa pagina. Dopo essere entrato sul sito di VLC, sotto la voce Download, seleziona Windows. Nella pagina che si apre, fai click sulla voce Download (vanno tutte bene) e poi installa il programma scaricato: devi fare sempre click sul tasto Avanti. Ora apri VLC (devi spostarti su Start/Tutti i programmi/VideoLan/VLC media player), spostati in Impostazioni e poi in Preferenze…

Fai click sulla voce Video a lato a sinistra e poi su Sfoglia per indicare la cartella nella quale salvare le immagini del video. Salva le modifiche fatte, facendo click sul pulsante Registra. Nella finestra principale del programma, vai sul menu File e seleziona Apri file. A questo punto, cerca il film dal quale vuoi estrarre l’immagine e fai click su Apri.

Vai ora sul menu Video e fai click su Schermata per salvare come immagine, nella cartella specificata precedentemente, quanto stai visualizzando in VLC. Si riesce facilmente a stampare l’immagine con versioni più aggiornate rispetto a quella che ti ho mostrato nella spiegazione. Più semplice di così non si può.

Come Allenarsi in Spiaggia

Ti spiego come puoi eseguire esercizi per consumare calorie anche in spiaggia. Molte palestre d’estate chiudono e comunque allenarsi al chiuso è sempre faticoso e in più si passa molto tempo al mare. Non esistono però solo le attività di acquagym o la tonificazione a terra ma possiamo fare anche cardio e insieme tonificare la muscolatura con gli esercizi di questa guida.

Inizia con gli squat jump. Sistemati in posizione di squat, scendi con tutto il bacino indietro, le ginocchia piegate, le gambe divaricate e la schiena dritta. Da questa posizione salta verso l’alto, più in alto che puoi e porta le braccia sempre verso l’alto. Riportati in posizione squat, scendi portando sempre il bacino indietro.

Stai in piedi, apri e chiudi le gambe velocemente con un piccolo saltello e fai lo stesso con le braccia, distendile in alto ai lati del capo fino a farle toccare quando chiudi le gambe e portale a croce quando divarichi le gambe. Esegui l’esercizio molto velocemente. Divarica bene le gambe e appoggia interamente i talloni a terra in fase di apertura.

Esegui ora dei salti in avanti, unisci i piedi, fletti le ginocchia e porta le braccia in avanti per darti la spinta, salta in avanti cercando di arrivare più lontano che puoi. Fai poche ripetizioni e tieni conto che lo scatto sulla sabbia è molto più faticoso e richiede molte più energie, sceglie le ore con meno sole.

Come Estrarre Semi da Ortaggi

Anche dagli ortaggi come le melanzane, le zucchine e i cetrioli si posso estrarre i semi in determinati momenti dell’anno, per conservarli e poi utilizzarli per la semina successiva senza doverli per forza acquistare di nuovo. In questa guida ti spiego come fare per ottenerli e magari cominciare ad allestire un piccolo orto nel tuo giardino.

Per ricavare i semi dai cetrioli, se li hai già nell’orto aspetta che maturino direttamente sulla pianta fino a quando saranno molto cresciuti e avranno preso un colore giallo. A questo punto raccoglili e conservali in un posto asciutto e buio in maniera che si completi la maturazione. Quando saranno diventati morbidi raccogli i semi dal loro interno e mettili per 4-5 giorni a macerare in una pentola piena d’acqua. Poi li devi sciacquare e farli asciugare per 3 settimane. Conservali in un contenitore ermetico al buio, in un posto asciutto e fresco.

Anche le melanzane devono maturare sulla pianta, fino a quando non diventeranno opache. Poi tagliale e affettale. Passale con lo schiacciapatate e metti la polpa passata in una pentola con l’acqua, vedrai che dopo un pò i semi si depositeranno sul fondo. Filtra l’acqua dopo aver tolto la polpa e raccogli i semi, mettili in ammollo in acqua tiepida e dopo una nottata rimuovi la pellicina che li ricopre. Lasciali asciugare per qualche giorno mescolandoli spesso, poi conservali in una bustina chiusa nel frigorifero.

Anche le zucchine le devi raccogliere quando saranno ben mature, perchè più saranno grandi, più semi potrai ricavarne. Tagliale a metà per la lunghezza, togli i semi con un cucchiaio e mettili in un piatto o una ciotola. Sciacquali accuratamente con acqua fredda, poi lasciali asciugare all’aria per almeno due o tre giorni, in un posto fresco e asciutto. Quando saranno ben asciugati conservali in una bustina di plastica.

Come Conservare Frutta e Verdura nel Congelatore

La mia guida di oggi, ti permetterà di comprendere quali sono i metodi migliori e soprattutto come conservare al meglio nel congelatore vari tipi di frutta; questa usanza, non è fatta da tutti, ma molte persone però lo fanno.

Prima di iniziare ricordiamo che esistono anche altri metodi di conservazioni, come quelli che prevedono l’utilizzo della macchina per sottovuoto, che possono essere utili per particolari alimenti. In alcuni casi, però, il congelatore è fondamentale. Ecco alcuni consigli utili.

Iniziamo prima di tutto con la frutta, per esempio le fragole sono un frutto tipicamente estivo, ma se desiderate mangiarle anche durante il periodo invernale, dovete procedere con cura, infatti, andranno lavate in acqua ghiacciata e, successivamente, asciugate in modo delicato con un telo che sia pulito.

Adesso dovete togliere il picciolo alle fragole, e dovrete riporle in diversi strati all’interno di un contenitore; adesso, per evitare che il frutto diventi nero, dovete spolverizzare ogni strato con lo zucchero e aggiungendo anche il succo di limone: tale procedura permette anche di ritardare l’azione degli enzimi.

Quando arriverà il momento in cui vorrete mangiarla, basterà uscirla dal congelatore e lasciarla scongelare all’interno del frigorifero, in questo modo non ci sarà uno sbalzo di temperatura e la frutta avrà lo stesso sapore di prima; anche per le verdure occorre un procedimento molto simile a quello della frutta.

I carciofi vanno tagliati a metà, inoltre dovete togliere anche la peluria centrale; quando avrete finito immergeteli in acqua e limone, e successivamente sbollentateli per qualche minuto in acqua salata e limone, infine asciugateli e riponeteli in un contenitore. Per i pomodori invece, basterà congelarli direttamente crudi.

Come Eseguire e Scegliere il Coronamento del Muretto di Mattoni

Il coronamento, che forma il corso superiore del muretto, vi permetterà di proteggere la muratura dagli agenti atmosferici e la rifinirà. Dovrete definire questo elemento solo sul corso superiore, a filo delle due facce del muretto. In questa guida vi spiego come procedere. Il lavoro non è difficoltoso, ma dovete essere molto precisi.

La cosa fondamentale che devi tener presente è che devi posare i mattoni di finitura sopra l’ ultimo corso di quelli del muro tenendoli con il lato perpendicolare alle facce della parete. Per quanto riguarda la scelta del materiale, usa pure i mattoni che hai utilizzato per la costruzione del muro. Se invece vuoi creare uno stacco cromatico, utilizza la varietà pressata, che permette inoltre una maggiore impermeabilità.

Se devi rifinire un muretto interno da giardino piuttosto basso, invece che i classici mattoni, scegli una lastra di calcestruzzo o anche di pietra naturale. Nelle posizioni esterne, ti consiglio di posare un ulteriore strato impermeabile tra la lastra e l’ ultimo corso di mattoni. Usa il comune feltro bitumato, che provvederai a fissare ai mattoni con il normale letto di malta e cemento. Sopra esso metti altra malta e poni la lastra di di coronamento.

Una ulteriore soluzione che puoi adottare è quella di rifinire il muretto con due corsi di tegole piane con i giunti sfalsati. Sopra di esse devi poi fissare una lista di normali mattoni da coronamento. In questo caso, devi lasciar sporgere le tegole dalle facce del muretto. Sopra la parte che fuoriesce, stendi la malta, avendo cura di inclinarla verso il basso, in modo da allontanare l’ acqua piovana.