Come Eseguire e Scegliere il Coronamento del Muretto di Mattoni

Il coronamento, che forma il corso superiore del muretto, vi permetterà di proteggere la muratura dagli agenti atmosferici e la rifinirà. Dovrete definire questo elemento solo sul corso superiore, a filo delle due facce del muretto. In questa guida vi spiego come procedere. Il lavoro non è difficoltoso, ma dovete essere molto precisi.

La cosa fondamentale che devi tener presente è che devi posare i mattoni di finitura sopra l’ ultimo corso di quelli del muro tenendoli con il lato perpendicolare alle facce della parete. Per quanto riguarda la scelta del materiale, usa pure i mattoni che hai utilizzato per la costruzione del muro. Se invece vuoi creare uno stacco cromatico, utilizza la varietà pressata, che permette inoltre una maggiore impermeabilità.

Se devi rifinire un muretto interno da giardino piuttosto basso, invece che i classici mattoni, scegli una lastra di calcestruzzo o anche di pietra naturale. Nelle posizioni esterne, ti consiglio di posare un ulteriore strato impermeabile tra la lastra e l’ ultimo corso di mattoni. Usa il comune feltro bitumato, che provvederai a fissare ai mattoni con il normale letto di malta e cemento. Sopra esso metti altra malta e poni la lastra di di coronamento.

Una ulteriore soluzione che puoi adottare è quella di rifinire il muretto con due corsi di tegole piane con i giunti sfalsati. Sopra di esse devi poi fissare una lista di normali mattoni da coronamento. In questo caso, devi lasciar sporgere le tegole dalle facce del muretto. Sopra la parte che fuoriesce, stendi la malta, avendo cura di inclinarla verso il basso, in modo da allontanare l’ acqua piovana.

Come Modellare la Creta

Vi piacerebbe cominciare a modellare qualcosa di semplice con le vostre mani? Ecco un modo semplice per iniziare, basta avere della creta e tanta buona volontà!

La tecnica della creta è probabilmente una delle prime usate fin dall’antichità, pesiamo ad esempio alla grande quantità di vasellame ritrovato nelle antiche città.
Si tratta di una tecnica semplice.

La modellazione con la creta è diffusa soprattutto perchè dalle sculture di creta si ricavano sculture in altri materiali, come il bronzo, il gesso e la cera.

L’argilla si lavora grosso modo con un mini tornio, con le stecche e con le mirette. Le stecche sono dei bastoncini di legno di varie dimensioni che alle estremità terminano con varie forme.
Le mirette sono costituite di un manico di legno rotondo ma alle estremità il fil di ferro termina a forme di triangolo. Esse servono per eliminare l’eccesso di creta e scavare.

Per eseguire un’opera di dimensioni un pò importanti bisogna premunirsi precedentemente costruendo un’armatura di legno e fil di ferro che sostenga la nostra forma di creta.

Mentre si modella la creta è necessario mantenerla sempre umida in modo da favorire la modellazione con le mani. Se la lavorazione deve essere fatta a più riprese alla fine di ogni fase bisogna coprire la scultura con stracci umidi e una busta di plastica. Per far rimanere la creta umida e malleabile.

Quando l’opera sarà terminata allora si provvederà a farla seccare all’aria senza esporla al sole o a una fonte di calore perché si potrebbe spaccare( a me purtroppo è successo!).

Una volta asciutta e secca, dentro e fuori, la scultura si sfilerà dall’armatura e la si farà cuocere in un forno speciale (quello dove cuociono i mattoni) e al termine della cottura si vedrà il mutamento del colore che sarà diventato rossiccio.

Come Fare Solette ai Ferri

Volete fare un regalo davvero grandioso e particolare che solo poche persone sanno fare a mano da sole? Allora se sapete utilizzare l’uncinetto e i ferri vi dirò come eseguire delle bellissime solette colorate. Basta scegliere un colore di circa 25 gr di lana e qualche pezzo di lana colorato.

Prendiamo in considerazione un filato verde che potete poi lavorare con delle macchiette rosa o gialle per ricamare eventualmente dei fiori in seguito. Con il filato verde avviate 8 catenelle sul ferro e nei primi sette giri lavorate i seguenti aumenti: 2 aumenti al terzo giro, 2 aumenti al quinto giro e 3 aumenti al settimo giro e proseguite senza alcun aumento per gli altri 29 giri successivi e concluderete il primo pezzo.

Continuate ad andare avanti con un aumento per ogni giro ma aumentate di 2 al 37esimo e al sempre di 2 al 45esimo giro. Fate ancora altri 19 giri senza alcun aumento e poi iniziate a fare le diminuzioni come segue: 2 maglie diminuite al 71esimo, 2 al 73esimo, lo stesso per il 75esimo e 77esimo. Fatto ciò chiudete le maglie rimanenti sul ferro. Dovreste a questo punto trovarvi con solo 8 maglie da chiudere.

Fatto ciò potete decidere di decorare con l’ausilio dell’uncinetto il tallone utilizzando, anche, un altro colore (come detto già all’inizio) e facendo un ricamo come ad esempio un fiorellino o altro. Lavorate dunque un’altra soletta identica a quella già realizzata e fate un bordino ad entrambe con l’uncinetto lavorando una maglia bassa in ogni punto tutto intorno alla soletta in modo che il bordo venga più rialzato.

Come Eseguire Incastri a Chiave Angolare nel Legno

A volte, quando realizziamo dei mobili, vi è bisogno di non giuntare un pezzo, ma di incastrarlo semplicemente, in modo da poterlo riportare, eventualmente, al suo stato originale. Con questa guida potrai imparare ad eseguire un incastro a chiave angolare.

Per prima cosa, dovrai tagliare i due pezzi da collegare a quarantacinque gradi. Una volta che lo avrai fatto, dovrai accostarli e appoggiare sulla linea di congiunzione il listello per la chiave. A questo punto, marca con precisione sia la profondità sia la larghezza della scanalatura da effettuare, con una linea che corre intorno a tutta l’ estremità di ogni pezzo.

Una volta eseguita questa operazione, con una sega a dorso, pratica due intagli paralleli mantenendo la sega all’ interno delle tracce a matita. Ora sega fino al segno sui lati corti. A questo punto, utilizzando uno scalpello, asporta il legno che si trova tra i due tagli. Quindi spiana poi con cura la scanalatura.

Quando avrai terminato anche questa operazione, dovrai alloggiare la chiave spalmata di colla vinilica nella sede praticata sui due elementi, in modo che sporga, poi metti in morsa. Una volta fatto, quando la colla sarà indurita e l’incastro è ben saldo potrai asportare le parti eccedenti con la sega e rifinire con la carta abrasiva a grana media.

Come Cambiare Ruota dell’Auto

Per prima cosa, fermate la macchina su terreno piatto, assigurate la macchina inserendo una marcia inferione…
(Prima o seconda..)
inserite il freno a mano.
Indossate un paio di guanti da lavoro.

Ora tirate fuori la ruota di riserva dal portabagaglio.
Tirate fuori il cric e le chiavi che si trovano nella dotazione della macchina per interventi di questo tipo.

Se la ruota ha un bullone antifurto,dovete trovare la chiave speciale fatta apposta per togliere questo bullone.
Se la macchina si trova su una strada trafficata, mettete in fronte e dietro la macchina un triangolo reflettorizzante a minimo 25 metri di distanza..
Se invece la macchina si trova in un parcheggio o in un cortile, non dovrete usare il triangolo.
Prendete la chiave per i bulloni e svitate un po,(non troppo) i bulloni della ruota.
Poi seguite il prossimo passo.

Prendete il cric e posizionatelo secondo le istruzioni in dotazioni, nell’apposito posto vicino alla ruota che dovrete cambiare…
Se il cric è idraulico, chiudete il rubinetto con la chiave speciale o una pinza,e con la leva che avete in dotazione introdotto nell’apposito posto, alzate il cric fino a quando la macchina arriva a un altezza della quale avete bisogno per poter tirare fuori la ruota.
Se il cric è, invece manuale, inserite la manovella nell’apposito posto e continuare a girare questa manovella fino a quando la macchina raggiunga un’altezza necessaria per poter tirare fuori la ruota.

Ora svitate completamente i bulloni e tirate fuori la ruota.
Prendete la ruota di scorta e mettetela al posto di quella bucata.
Rimettete i bulloni e stringeteli ma non definitivamente..
Abbassate il cric, se è uno idraulico,basta aprire il rubinetto, e il cric scenderà da solo.
Se invece è manuale, ruotate la manovella in senso contrario di come l’avete ruotata per alzare il cric.
Ora stringete al massimo i bulloni della ruota, meglio se utilizzando una chiave dinamometrica per auto, mettete la ruota bucata al posto di quella di scorta, rimettete le chiavi al loro posto.
Ora, sia che avete una ruota normale, sia che ne avete una a velocità limitata, andate al piu vicino gommista per risolvere il problema della gomma, per averne sempre una di scorta in buono stato.
Questo è il procedimento da fare se siete rimasti su strada con la ruota bucata e non potete andare da un gommista per farvela cambiare.