Come Preparare Linguine al Verde

Se gli spinaci ti sono particolarmente graditi, non dimenticare di provare questa ricetta che, una volta gustata entrerà a far parte delle tue abitudini alimentari. Si tratta di un piatto semplice, piuttosto leggero ma non privo di sapore, un sapore tutto particolare che si deve ad una preparazione insolita.

Occorrente
400 gr di linguine
100 gr di noci sgusciate
500 gr di spinaci
1/4 di litro di latte
50 gr di burro
Farina
Sale
Noce moscata
Parmigiano

Gli ingredienti indicati sono per quattro persone. Per la preparazione occorrono 35 minuti, mentre per la cottura 15 minuti. Monda bene gli spinaci e lavali più volte sotto l’acqua corrente. Tienine da parte una manciatina e poni il resto in una pentola chiusa e a fuoco vivo, in modo che cuociano con la loro stessa acqua e col vapore che si produce.

A cottura ultimata, disponi gli spinaci su un tagliere e tritali finemente servendoti di una mezzaluna. Prepara una besciamella con il burro, la farina e il latte, allungandola percò con l’acqua di cottura degli spinaci. Aggiungi una presa di sale e aromatizza con un pò di noce moscata. Adesso unisci gli spinaci.

Quindi mescola servendoti di un cucchiaio di legno. Completa infine con i gherigli di noce e una manciatina di spinaci crudi tenuta da parte inizialmente che conferirà alla salsa un sapore molto particolare. Dopo un’ultima mescolata, condisci con questa salsa le linguine cotte al dente e porta in tavola.

Cosa Mangiare Dopo la Palestra

Aerobica, acquagym, spinning, pilates, jogging, pallavolo: questi sono solo alcuni degli sport che facciamo con una certa costanza per mantenerci in forma, soprattutto in quest’ultimo periodo che ci impone di essere pronte per la prova bikini.

Esattamente come l’attività sportiva, però, anche il tipo di alimentazione da seguire è importante, soprattutto una volta finito l’allenamento: se si mangia troppo poco o non regolato, si rischia di provocare dei danni al nostro organismo.

Quando si è terminata la palestra, sarebbe meglio far trascorrere un po’ di tempo prima di fare un pasto completo (almeno un’ora e mezza): in questo modo date la possibilità al vostro organismo di riuscire a smaltire le tossine e reintegrare le energie perse.

Durante queste ore la cosa migliore sarebbe quella di assumere carboidrati semplici e cibi altamente digeribili: largo spazio, quindi, alla frutta che con le sue vitamine aiuta a ristabilire le forze. Meglio ancora una scorpacciata di mirtilli.

Altro aspetto da non dimenticare sono i liquidi: dopo l’attività sportiva sarebbe meglio ristabilire la quantità di acqua necessaria, persa facendo movimento attraverso la produzione di sudore. Bevete molta acqua o, eventualmente, alternatela con una centrifuga di frutta o degli integratori di sali minerali.

Come Preparare Insalata alla Spagnola

Questa insalata sarà un ottimo piatto nel periodo estivo: perfetta per un pranzo veloce. Si può servire come secondo piatto o come antipasto, è un piatto semplicissimo e povero dove i sapori si sposano in modo giusto. Servite l’insalata molto fredda.

Occorrente
300 gr di Fagioli secchi
100 gr di sedano
1 peperone
1 cipolla
10 gr di olive nere
4 uova sode
1 spicchio d’aglio
Alloro
Salvia
Olio
Sale e pepe

Lavate i fagioli secchi in acqua fredda, mi raccomando state attenti a non lasciare i sassolini sul fondo. Eliminati eventuali fagioli che non sono buoni. Iniziate a mettere i fagioli a bagno in acqua fredda, devono restare a mollo per circa 24 ore. Il giorno dopo cuocete i fagioli direttamente nella pentola dove li avete tenuti per 24 ore.

Aggiungete una foglia di alloro, un paio di foglie di salvia e uno spicchio d’aglio. Mi raccomando l’acqua deve coprire i fagioli. Dopo aver alzato il bollore, fate cuocere per un paio d’ore, io aggiungo un pizzico di bicarbonato si cuociono prima. Mentre i fagioli cuociono, iniziate a lavare il sedano e il peperone e tagliateli a piccoli dadini.

Tritate la cipolla molto sottile, pulite le olive e tagliateli a piccoli pezzi, tagliate le uova sode a spicchi. Dopo la cottura dei fagioli lasciateli raffreddare, scolateli e versateli in un piatto da portata. Conditeli con l’olio, sale e pepe e lasciateli raffreddare. Aggiungete ai fagioli il sedano, il peperone, la cipolla, le olive mescolate il tutto. E per finire aggiungete una manciata di prezzemolo tritato.
Decorate il piatto con le uova a spicchi.

Come Pulire Vetri di Casa

Tante volte in casa a causa di tanti impegni trascuriamo alcune cose come ad esempio pulire i vetri, visto che sono anche un pò lo specchio della nostra casa specialmente per chi vive in città tra smog e polvere si sporcano più in fretta. Adesso ti spiego come pulire i vetri senza lasciare aloni.

Occorrente
Spugna
Acqua
Straccio
Alcool
Aceto
Ammoniaca profumata
Carta di giornale

Oggi sono presenti anche strumenti che permettono di pulire in modo automatico i vetri, relativamente a cui è possibile vedere il sito Robotlavavetri.com, ma in questa guida spieghiamo come eseguire l’operazione velocemente in modo manuale.

Per prima cosa togli la polvere dai vetri con uno strofinaccio, pulisci anche la parte di legno o di metallo della finestra, così sarà più facile pulire senza lasciare residui. Una volta puliti con lo straccio prendi una spugna e comincia a sgrassare il vetro, così sarà pronto per pulirlo con un detergente che ti spiegherò come prepararlo.

Per preparare il detergente dovrai prendere un erogatore vuoto (che non utilizi più), dovrai metterci un quarto di acqua tiepida, mezzo bicchiere di alcool, mezzo bicchiere di aceto, e qualche cucchiaio di ammoniaca profumata. Dopo aver preparato il tutto spruzza il detergente sui vetri e comincia a pulirli con un panno umido.

Dopo avere pulito tutte le parti del vetro e anche la parte di legno o di metallo prendi la carta di giornali accartocciata e passala sul vetro in tutte le direzioni così eviterai di fare aloni sul vetro. Quando avrai finito di pulire i vetri vedrai che risulteranno brillanti e senza aloni e ne vale la pena di pulirli spesso.

Come Preparare le Linguine con le Triglie

In questa guida ti spiegherò come preparare linguine al ragù di triglie. Insieme a questo piatto ricco e gustoso potrete servire semplicemente una fresca e cremosa crescenza, accompagnata da finocchi crudi in insalata. Seguendo lo stesso metodo, potrete preparare un ragù di filetti di pesce persico.

Occorrente
Ingredienti per 4 porzioni e 4 per la congelazione:
500 g di filetti di triglia
2 spicchi d’aglio
0,8 dl di olio extravergine d’oliva
1 pizzico di peperoncino in polvere
2 dl di passata di pomodoro
2 cucchiai di finocchietto tritato
Sale
Per completare 4 porzioni:
320 g di linguine
4 fette di pancarrè
30 g di burro
Sale
Strumenti utili:
Passaverdure con disco a fiori grandi
Recipiente a chiusura ermetica

Passate i filetti di triglia al passaverdura con il disco a fori grossi, oppure tritateli eliminando con cura tutte le lische; pelate d’aglio, tagliatelo a fettine e fatele dorare a fiamma bassa in un tegame con l’olio. Toglietele dal condimento, unite il peperoncino, le triglie e cuocete a fiamma media per 3- 4 minuti.

Aggiungete la passata di pomodoro diluita con 4 cucchiai d’acqua bollente, il finocchietto, un pizzico di sale, coprite e lasciate su fuoco basso ancora per 10 minuti. Eliminate la crosta alle fette di pancarrè, tritate la mollica e fatela tostare in un padellino antiaderente con il burro fuso. Lessate la pasta in abbondante acqua salata a bollore, scolatela al dente e conditela con metà del ragù di pesce.

Distribuitela nei piatti da porzione e cospargete con la mollica di pane tostata.
Congelate l’altra metà del ragù: lasciatelo raffreddare, chiudetelo nel recipiente ermetico, quindi trasferite in freezer. Entro 4 mesi scongelatelo, fatelo rinvenire in tegame e condite altra pasta del formato preferito guarnendo a piacere i piatti con un trito di prezzemolo fresco e un giro di olio extravergine d’oliva.