Come Cambiare Ruota dell’Auto

Per prima cosa, fermate la macchina su terreno piatto, assigurate la macchina inserendo una marcia inferione…
(Prima o seconda..)
inserite il freno a mano.
Indossate un paio di guanti da lavoro.

Ora tirate fuori la ruota di riserva dal portabagaglio.
Tirate fuori il cric e le chiavi che si trovano nella dotazione della macchina per interventi di questo tipo.

Se la ruota ha un bullone antifurto,dovete trovare la chiave speciale fatta apposta per togliere questo bullone.
Se la macchina si trova su una strada trafficata, mettete in fronte e dietro la macchina un triangolo reflettorizzante a minimo 25 metri di distanza..
Se invece la macchina si trova in un parcheggio o in un cortile, non dovrete usare il triangolo.
Prendete la chiave per i bulloni e svitate un po,(non troppo) i bulloni della ruota.
Poi seguite il prossimo passo.

Prendete il cric e posizionatelo secondo le istruzioni in dotazioni, nell’apposito posto vicino alla ruota che dovrete cambiare…
Se il cric è idraulico, chiudete il rubinetto con la chiave speciale o una pinza,e con la leva che avete in dotazione introdotto nell’apposito posto, alzate il cric fino a quando la macchina arriva a un altezza della quale avete bisogno per poter tirare fuori la ruota.
Se il cric è, invece manuale, inserite la manovella nell’apposito posto e continuare a girare questa manovella fino a quando la macchina raggiunga un’altezza necessaria per poter tirare fuori la ruota.

Ora svitate completamente i bulloni e tirate fuori la ruota.
Prendete la ruota di scorta e mettetela al posto di quella bucata.
Rimettete i bulloni e stringeteli ma non definitivamente..
Abbassate il cric, se è uno idraulico,basta aprire il rubinetto, e il cric scenderà da solo.
Se invece è manuale, ruotate la manovella in senso contrario di come l’avete ruotata per alzare il cric.
Ora stringete al massimo i bulloni della ruota, meglio se utilizzando una chiave dinamometrica per auto, mettete la ruota bucata al posto di quella di scorta, rimettete le chiavi al loro posto.
Ora, sia che avete una ruota normale, sia che ne avete una a velocità limitata, andate al piu vicino gommista per risolvere il problema della gomma, per averne sempre una di scorta in buono stato.
Questo è il procedimento da fare se siete rimasti su strada con la ruota bucata e non potete andare da un gommista per farvela cambiare.

Come Visitare Ixtapa Zihuatanejo

Ixtapa Zihuatanejo è una località turistica che offre la possibilità di godere di una piacevole doppia esperienza, una parte è il regno del moderno confort con infrastrutture in grado di competere con le migliori al mondo, mentre l’altra parte mantiene un’atmosfera tipica e folkloristica di un vecchio villaggio di pescatori. Nonostante queste differenze queste località sono una meta imperdibile di qualsiasi viaggio in Messico, ecco perchè.

A Ixtapa e Zihuatanejo potrai godere di bellissime spiagge con dolci onde rilassanti, ma al contempo potrai praticare anche sport acquatici come surf, pesca sportiva, immersioni e snorrkeling. Ixtapa e Zihuatanejo godono tra l’altro di un clima perfetto tutto l’anno, questo grazie alla sua eccellente posizione geografica ben lontana da uragani, stagioni delle poggie e sbalzi di temperatura.

Ixtapa e Zihuatanejo è anche un ottima scelta se sei un amante della natura, il Cocodrilarium a Playa Linda è un posto fenomenale per poter ammirare tartarughe, coccodrilli, e oltre 300 specie di uccelli di Ixtapa e Zihuatanejo.
Questo luogo durante tutto l’anno diventa anche location di eventi sportivi e culturali come il Festival della Chitarra e il torneo di pesca sportiva.

A Ixtapa e Zihuatanejo ci sono anche un gran numero di spiagge molto popolari fra i surfisti, se ami questo particolare sport in qualunque periodo dell’anno non ti servirà neanche portarti dietro la muta questo grazie al fatto che le acque del posto sono sempre rigorosamente calde e piacevoli, Las Gates è una delle spiagge migliori per goderti al meglio onde gigantesche!
Ixtapa è molto famosa per i suoi campi da golf, se ami questo sport qui troverai un vero e proprio paradiso per golfisti di ogni livello, uno dei campi più belli e soprattutto più economici è il campo Palma Real.

Cosa Vedere a Sintra

Verde, romantica e profondamente suggestiva, Sintra non manca mai di sedurre. Graziata da un microclima che fa prosperare una flora varia ed esuberante, dai muschi alle massicce sequoie, la sua popolarità secolare ha dato luogo a palazzi e dimore indimenticabili.

In cima alla collina sopra la costa di Estoril, a ovest di Lisbona, Sintra è totalmente opposta alla capitale, sia per lo stile che per il clima, decisamente molto umido. Assieme al Parque Natural de Sintra-Cascais, che la circonda con colline boschive punteggiate da castelli da mille e una notte, la città come potrai vedere è a giusto titolo classificata come Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

La costruzione più interessante è il Palacio Nacional del Sintra, i cui comignoli bianchi torreggiano distintamente sul centro della città. Puoi visitare Sintra in un giorno ma il tempo sarà ben investito se trascorrerai una notte o due in questo luogo delizioso, un tempo appannaggio di monarchi e aristocratici europei, artisti e poeti.

A ovest della piazza principale, Praca da Republica, una via laterale ti conduce fino alle rovine del castello moresco e al Palacio da Pena, entrambi in cima alla città. Molto bello è il municipio di Sintra, risalente all’inizio del XX secolo, che racchiude sia elementi decorativi neomanuelini sia rinascimentali. Non perdere, infine, il Museu de Arte Moderna che ha sede nella parte nuova della città.

Come Decorare un Muro

Quando la casa sembra sempre la stessa, senza colore, arriva il momento di cambiare. Le pareti della casa hanno bisogno di una bella rinfrescata e qualche disegno le renderebbe più belle e particolari. Non serve un pittore, basta fantasia e qualche aiutino.

Prima di tutto, si deve decidere cosa si vuole disegnare sul muro. Si possono utilizzare appositi adesivi disegnati staccabili che possono fare da guida per ottenere un disegno perfetto e ripetibile più volte sulla parete, oppure si possono fare disegni personali su un foglio adesivo, ritagliarli con un taglierino e usare questa forma per ottenere il disegno scelto.

Pulire la parete su cui si vuole disegnare, eliminare la polvere, residui di altre vernici o di nastro adesivo. La parete dovrà essere totalmente asciutta prima di iniziare a disegnare. Attaccare il disegno che si vuole ricreare sulla parete in un punto a piacere e porre molta attenzione a far aderire bene ogni singolo angoletto.

Se il disegno è molto grande si può spruzzare con una bomboletta la vernice, se questo invece fosse piccolo, si può utilizzare la tempera colorata e, con un pennellino abbastanza piccolo e morbido, riempire di vernice ogni parte del disegno. Non far colare la vernice sulla parete scoperta. Quando la vernice sarà asciutta si può staccare la base del disegno.

Come Decorare un Mobile in Stile Cinese

Avete mai pensato di decorare i vostri oggetti in stile orientale e in rilievo? Ecco una semplicissima guida che vi darà qualche simpatico spunto, pratico ed originale per decorare, per esempio, la superficie di un vecchio comodino usando dei semplici gusci di uova.

Il metodo descritto nella guida seguente, per decorare in stile orientale con i gusci delle uova, può essere adoperato per tantissimi oggetti che abbiano una superficie rigida, come per esempio un vecchio comodino da ristrutturare, un tavolo, un quadro e via dicendo. Ecco come fare: prendete i gusci delle uova.

Immergete i gusci all’interno di una bacinella con acqua e un po’ di candeggina in modo da eliminare gli odori e pulirli per bene. Lasciateli asciugare perfettamente. Avrete tutto il tempo per disegnare con una matita, una composizione orientale sulla superficie che volete decorare. Dei semplicissimi fiori con piccoli petali andrà benissimo.

Adesso prendete i gusci e cominciateli a spezzettare con una pinza, dandogli più o meno la forma di ogni petalo che avete disegnato. Spargete un pò di colla su tutta la superficie del primo petalo, quindi riempite la superficie con il guscio, schiacciandolo in modo da dare un effetto frammentato. Una volta terminato il lavoro, passate del semplice fissativo.