Come Preparare Dolce di Latte

Il Dulce de Leche è un dessert a base di latte. È un dolce tipico argentino ed è molto popolare in gran parte del Sud America. Ha un sapore che ricorda le caramelle Mou ed è anche una crema spalmabile. La si può mangiare da sola, spalmata sul pane o su un dolce.

Occorrente
Prima ricetta: 1 barattolo di latte condensato Nestlé
Seconda ricetta: 1 litro di latte intero, mezzo cucchiaino di Bicarbonato, 250 gr di zucchero

Esistono due ricette per fare questo particolarissomo dolce: la prima è quella più rapida. Riempi con acqua fredda una pentola grande, mettici il barattolo di latte condensato e ponila sul fuoco. Fai cuocere per almeno due ore e mezza, avendo cura che il barattolo sia sempre coperto d’acqua, altrimenti potrebbe scoppiare. Trascorso il tempo, togli dal fuoco, tiralo fuori dall’acqua e lascialo intiepidire prima di aprire il barattolo.

Ecco invece il procedimento più lungo: metti in una pentola capiente il latte e portala sul fuoco a fiamma media. Quando inizia a bollire, aggiungi lo zucchero, mescolando con una frusta per farlo ben sciogliere. Porta la pentola lontano dal fuoco, aggiungici il bicarbonato, mescola e rimetti sul fuoco. Abbassa la fiamma in modo che il latte bolla lentamente.

La cottura avviene in circa 1 ora e mezza o 2 ore. Devi mescolare di tanto in tanto durante la prima ora e continuamente durante la seconda, in particolare quando inizia a prendere colore. Per capire quando è pronto, metti una goccia su un piattino e inclinalo: deve colare lentamente. Quando è pronto, mettilo in un vasetto di vetro sterilizzato, chiudi il coperchio, fai raffreddare e conservalo in frigorifero.

Come non Rovinare i Capi in Cotone

Cambio di stagione per i ritardatari come me!! Nonostante il tempo in questi giorni non sia dei migliori, la temperatura si è alzata e ci ritroviamo a dover fare il cambio stagione. Via magliette a maniche lunghe, ecco che si tirano fuori tutte quelle a maniche corte, ma…. Iniziano in primi problemi…

Le cose di cotone che dovete mettere via o quelle che entreranno in casa per i prossimi mesi hanno colori un po’ spenti? ci sono le fastidiose ombre gialle causate dai deodoranti? I vestiti sono un po’ stropicciati?

Ed ecco alcuni consigli che potranno essere utili, domestici in tutto e per tutto ma decisamente pratici:
Ingiallimento: Vista la bella stagione, cosa c’è di meglio di una bella insalata fredda con pomodori, tonno e uova sode?? Non sono impazzita… è come unire l’utile al dilettevole!! Bene… una volta sgusciate le uova, non buttate il guscio ma sciacquatelo e sbriciolatelo chiudendolo in un sacchetto di cotone… proprio quel sacchetto ben chiuso, aggiunto al bucato, leverà ogni traccia di ingiallimento dai vostri capi!!!

Bianco un po’ spento?: Se tenete in panni in ammollo, aggiungete un po’ di acqua ossigenata e lasciate per un po’… vedrete che il bianco risplenderà!

Stiratura: consiglio apparentemente banale ma… se non possedete un ferro da stiro a vapore o se non disponete di un’asse da stiro aspirante, stirate i panni ancora umidi ed il gioco è fatto.

Molto interessante.

Come Preparare il Cus Cus

Il cus cus e’ un piatto arabo, ma in Sicilia ha trovato la sua seconda patria. La guida che vi propongo e’ una delle varianti, che in Sicilia abbiamo adottato. Viene utilizzata come antipasto o come accompagnamento di aperitivi rinforzati. E’ una squisita variante della tradizionale pietanza conosciuta nel mondo.

Occorrente
1 pacco di cuscus precotto a grana grossa
1 melanzana
Pomodorini di pachino 500 gr,
Menta
Basilico
Cipolla rossa calabrese
Peperoncino
Olio d’oliva extravergine
Aglio rosso
Zucchine genovesi
Olive verdi sotto olio
Origano fresco

Per accorciare la lavorazione di questa ricetta ho inserito negli ingredienti il cuscus precotto.
Metti tutto il cuscus precotto in una ciotola di terracotta o di ceramica, in un’altra piu’ piccola metti il basilico, la menta, il rosmarino finemente tritati. Aggiungi abbondante olio d’oliva un po’ di sale ed un pizzico di peperoncino. Lascia marinare le erbe nell’olio per il tempo della preparazione che segue.

Lava e taglia a piccoli pezzetti la zucchinetta e la melenzana. Metti per 10 minuti a bagno in acqua e sale. Sbuccia la cipolla rossa e tagliala a micro pezzetti, strizzala in acqua e sale e fai sgocciolare.
Taglia i pomodorini in 4 pezzetti e lasciali in una ciotola con solo sale. Prepara un po’ d’acqua tiepida.

In una padella fai rosolare con uno spicchio d’aglio intero le zucchine e le melenzane sgocciolate. Mantieni da parte il sughetto che rilasciano cuocendo.
Prendi la ciotola con il cuscus e spruzza sul cuscus un po’ di olio con le erbe che avevi lasciato a marinare, gira e continua fino a quando tutto l’olio si e’ assorbito. Il volume del cuscus deve raddoppiare, aiutati con l’acqua tiepida ma il tutto deve rimanere abbastanza asciutto.

Sgocciola dal loro liquido i pomodorini e versali poco alla volta nel cuscus. Versa anche la cipolla tritata, e le zucchine e melanzane. Continua a girare e inserisci anche il liquido di cottura. Assaggia di sale e di peperoncino. In ultimo aggiungi della menta tritata della buccia di limone grattugiata e qualche oliva verde disossata e tritata.

Come Conservare Frutta e Verdura nel Congelatore

La mia guida di oggi, ti permetterà di comprendere quali sono i metodi migliori e soprattutto come conservare al meglio nel congelatore vari tipi di frutta; questa usanza, non è fatta da tutti, ma molte persone però lo fanno.

Prima di iniziare ricordiamo che esistono anche altri metodi di conservazioni, come quelli che prevedono l’utilizzo della macchina per sottovuoto, che possono essere utili per particolari alimenti. In alcuni casi, però, il congelatore è fondamentale. Ecco alcuni consigli utili.

Iniziamo prima di tutto con la frutta, per esempio le fragole sono un frutto tipicamente estivo, ma se desiderate mangiarle anche durante il periodo invernale, dovete procedere con cura, infatti, andranno lavate in acqua ghiacciata e, successivamente, asciugate in modo delicato con un telo che sia pulito.

Adesso dovete togliere il picciolo alle fragole, e dovrete riporle in diversi strati all’interno di un contenitore; adesso, per evitare che il frutto diventi nero, dovete spolverizzare ogni strato con lo zucchero e aggiungendo anche il succo di limone: tale procedura permette anche di ritardare l’azione degli enzimi.

Quando arriverà il momento in cui vorrete mangiarla, basterà uscirla dal congelatore e lasciarla scongelare all’interno del frigorifero, in questo modo non ci sarà uno sbalzo di temperatura e la frutta avrà lo stesso sapore di prima; anche per le verdure occorre un procedimento molto simile a quello della frutta.

I carciofi vanno tagliati a metà, inoltre dovete togliere anche la peluria centrale; quando avrete finito immergeteli in acqua e limone, e successivamente sbollentateli per qualche minuto in acqua salata e limone, infine asciugateli e riponeteli in un contenitore. Per i pomodori invece, basterà congelarli direttamente crudi.

Come Decorare un Muro

Quando la casa sembra sempre la stessa, senza colore, arriva il momento di cambiare. Le pareti della casa hanno bisogno di una bella rinfrescata e qualche disegno le renderebbe più belle e particolari. Non serve un pittore, basta fantasia e qualche aiutino.

Prima di tutto, si deve decidere cosa si vuole disegnare sul muro. Si possono utilizzare appositi adesivi disegnati staccabili che possono fare da guida per ottenere un disegno perfetto e ripetibile più volte sulla parete, oppure si possono fare disegni personali su un foglio adesivo, ritagliarli con un taglierino e usare questa forma per ottenere il disegno scelto.

Pulire la parete su cui si vuole disegnare, eliminare la polvere, residui di altre vernici o di nastro adesivo. La parete dovrà essere totalmente asciutta prima di iniziare a disegnare. Attaccare il disegno che si vuole ricreare sulla parete in un punto a piacere e porre molta attenzione a far aderire bene ogni singolo angoletto.

Se il disegno è molto grande si può spruzzare con una bomboletta la vernice, se questo invece fosse piccolo, si può utilizzare la tempera colorata e, con un pennellino abbastanza piccolo e morbido, riempire di vernice ogni parte del disegno. Non far colare la vernice sulla parete scoperta. Quando la vernice sarà asciutta si può staccare la base del disegno.