Come Immedesimarsi in un Personaggio

Quando un attore deve impersonare un personaggio troppo famoso o particolarmente carismatico deve impegnarsi al massimo grado. La difficoltà si acuisce nel momento in cui quel ruolo è stato affidato in passato ad un mostro sacro del cinema o del teatro. Come si fa ad immedesimarsi nel personaggio che bisogna interpretare? Ecco come fare.

Non appena il capocomico o il regista ha in mano il copione completo e definitivo, deve scegliere gli attori che dovranno portare a termine il dramma. Il personaggio più difficile da scegliere è certamente il protagonista che, ovviamente, è l’attore che realmente guida tutta l’azione. Quando l’attore riceve il ruolo deve cominciare ad entrare nel personaggio e per riuscirci deve fare degli sforzi davvero notevoli.

Se si tratta di un personaggio storico o di un grande scrittore o attore o cantante, l’approccio al personaggio deve avvenire tramite la lettura di testi che riguardano sia lo stesso personaggio che il periodo storico in cui ha vissuto e agito e sia anche testi riguardanti il paese o la nazione d’origine. Questo tipo di lettura è molto importante perchè ti dà un quadro di quello che poteva essere il modo di pensare di quel personaggio.

Altra mossa importante da fare è quella di leggere i suoi libri se era uno scrittore o ascoltare i suoi dischi se era un cantante o magari guardare i suoi quadri se era un pittore. Ancora si può dimostrare utile andare a vivere per qualche tempo nel paese in cui il personaggio ha vissuto e, se per caso era un carcerato o un poliziotto o un pazzo, provare quella condizione per qualche tempo per poter capire come doveva essere la sua esistenza.

Insomma ci vuole una sorta di assimilazione al personaggio, quasi un’identificazione per poter diventare qualcun altro. Lo studio intenso, l’impegno, la costanza, il sacrificio insieme alla determinazione ed il talento faranno il resto.

Come Allenarsi in Spiaggia

Ti spiego come puoi eseguire esercizi per consumare calorie anche in spiaggia. Molte palestre d’estate chiudono e comunque allenarsi al chiuso è sempre faticoso e in più si passa molto tempo al mare. Non esistono però solo le attività di acquagym o la tonificazione a terra ma possiamo fare anche cardio e insieme tonificare la muscolatura con gli esercizi di questa guida.

Inizia con gli squat jump. Sistemati in posizione di squat, scendi con tutto il bacino indietro, le ginocchia piegate, le gambe divaricate e la schiena dritta. Da questa posizione salta verso l’alto, più in alto che puoi e porta le braccia sempre verso l’alto. Riportati in posizione squat, scendi portando sempre il bacino indietro.

Stai in piedi, apri e chiudi le gambe velocemente con un piccolo saltello e fai lo stesso con le braccia, distendile in alto ai lati del capo fino a farle toccare quando chiudi le gambe e portale a croce quando divarichi le gambe. Esegui l’esercizio molto velocemente. Divarica bene le gambe e appoggia interamente i talloni a terra in fase di apertura.

Esegui ora dei salti in avanti, unisci i piedi, fletti le ginocchia e porta le braccia in avanti per darti la spinta, salta in avanti cercando di arrivare più lontano che puoi. Fai poche ripetizioni e tieni conto che lo scatto sulla sabbia è molto più faticoso e richiede molte più energie, sceglie le ore con meno sole.

Cosa Vedere a Chartres

Chartres è una cittadina francese molto nota per la sua meravigliosa cattedrale. Essa dista da Parigi 88 kilometri in direzione sud-ovest, quindi se siete in vacanza nella romantica capitale francese, potrete farci facilmente un salto con una gita fuori porta di un giorno!

Chartres è nota soprattutto per la fantastica Cathédrale Notre-Dame che svetta nel cuore della città, circondata da una fertile campagna coltivata. Essa domina la cittadella medievale, grazie alle sue splendide e spettacolari vetrate istoriate di color blu e alle reliquie che contiene, richiama migliaia di fedeli da tutta Europa.

Essa è costruita in stile gotico all’inizio del XIII secolo in sostituzione di una chiesa romanica distrutta da un incendio. L’opera di ricostruzione ruchiese 30 anni, ma ancor oggi è possibile visitarla: sono acquistabili audioguide e visite guidate in francese per soli 4€, lasciando la carta d’identità al bookshop.

Da Parigi per raggiungere Chartres potrete prendere il treno della SNCF che collega la Gare Montparnasse con la cittadina medievale a soli 12 euro. Tutti i convogli passano per Versailles. Invece se noleggiate un’auto prendete la Route A6 dalla Porte d’Orleans in direzione Bordeaux-Nantes, poi route A10 e A11 e uscite a Chartres.

Come Visitare Burgos e Bilbao

Noi italiani apprezziamo molto la Spagna e generalmente le nostre mete preferite sono Barcellona, Madrid, la Costa Brava e la Costa Dorata. Ma c’è un’altra Spagna altrettanto bella e sorprendente che ti consiglio di visitare: e’ quella del Nord ed in particolare le città artistiche di Bilbao e Burgos.

Per visitare Bilbao e Burgos ti servono almeno due giorni quindi pianifica un fine settimana per potere ammirare come prima cosa il museo Guggenheim di Bilbao, realizzato nel 1999 da Frank Gehry, che con le sue linee architettoniche sinuose è diventato l’icona della Spagna moderna. Qui potrai ammirare le collezioni e le opere dei maggiori artisti del Novecento come Picasso, Kandisky, Mondrian e Picasso.

Anche se meno conosciuto ti consiglio di pianificare una visita all’interessante museo delle Belle Arti. Proprio questi due luoghi costituiscono il momento centrale della visita a Bilbao. Prendendo la funicolare de Artcanda puoi ammirare il panorama della città. Non perdere nemmeno la cattedrale di Santiago di Bilbao, molto antica, probabilmente antecedente alla fondazione della città stessa.

Oltre a Bilbao, protagoniste del viaggio sono la città castigliana di Burgos e le cuevas (ovvero le grotte) de Altamira. Le pitture rupestri nelle grotte di Altamira sono Patrimonio dell’umanità. Furono scoperte casualmente nel 1868; vedrai immagini di bisonti, cavalli e cervi che ricoprono le pareti e i soffitti sono tra i dipinti rupestri più antichi del mondo.

Per non mettere a rischio il microclima delle grotte a causa dei molti turisti, è stato realizzato un museo di Altamira con la nuova grotta, fedele riproduzione dell’originale. Sempre a Burgos non mancare di visitare la cattedrale dalle guglie gemelle, realizzata nel XII secolo in stile gotico castigliano, anch’essa tutelata come patrimonio dell’umanità.

Infine, programma una visita al centro storico, dove puoi ammirare altri gioielli dell’architettura gotica come la chiesa di S. Nicolas, il Real Monasterio de las Huelga con un recinto merlato che serviva da protezione e la Casa del Cordom dove i re cattolici ricevettero Cristoforo Colombo di ritorno dal secondo viaggio in America.

Come Visitare Ascoli Piceno

Ascoli Piceno, capoluogo di provincia è una delle città più importanti delle Marche. Essa posta a circa 200 metri sul livello del mare, è costituita da numerose piazze e soprattutto da tantissime chiese. In questa guida ti darò tutte le indicazione su come visitarla.

Per iniziare, ti consiglio di visitare subito la Cattedrale. Essa, dedicata a Sant’Emidio, patrono della città, è costituita da una imponente facciata in travertino, materiale di cui sono fatte gran parte delle architetture della città. All’interno potrai ammirare il polittico di Crivelli, l’altare del Sacramento e molte altre cose.

Visita poi, anche la cripta della cattedrale, nella quale potrai vedere il gruppo marmoreo di Sant’Emidio, i resti del santo e straordinari affreschi nelle volte a vela. Uscendo dalla Cattedrale, recati a visitare il battistero in stile romanico e realizzato sempre in travertino. All’interno vedrai il fonte battesimale del XIV secolo e numerose nicchie.

Infine, meritano di essere viste anche la Chiesa di San Vittore con un affresco raffigurante la deposizione, il Palazzo dell’Arengo, sede della Pinacoteca della città, la torre degli Ercolani, costruita nel XIII secolo, e Palazzo Bonaparte, uno dei più grandi esempi di architettura rinascimentale. Fai un giro, poi, delle numerose piazze e passeggia per i piccoli borghi di Ascoli.